Sostituzione rubinetti Roma: CAMBIARE I VECCHI RUBINETTI FA BENE AI SANITARI (E AL PORTAFOGLIO)

 

La sostituzione dei rubinetti a Roma è uno degli interventi più complessi, per cui è richiesto l’intervento di un idraulico esperto che ricambi la vecchia rubinetteria con una nuova e di tipologia più moderna. Sostituire i rubinetti non ha solo un valore estetico, ma anche di risparmio in quanto i nuovi modelli sono dotati di tecnologie salva acqua che riducono drasticamente i consumi.

 

Sostituzione rubinetti Roma: cosa serve per sostituire un rubinetto?

 

Per sostituire i rubinetti in maniera efficace bisogna partire dai giusti strumenti. In questo caso i ferri del mestiere che ogni buon idraulico utilizzerà sono:

  • un set di chiavi aperte;
  • una chiave inglese o a pappagallo;
  • del nastro di teflon;
  • del silicone;
  • un secchio;
  • un martello (meglio se di teflon);
  • un prodotto per la pulizia delle superfici;
  • una spazzola a ferro;
  • dei panni asciutti per asciugare il pavimento in caso di fuoriuscita d’acqua.

Altro aspetto indispensabile è sapere dove è situata la valvola di intercettazione ovvero la saracinesca per chiudere l’acqua a monte del rubinetto.

 

Sostituzione rubinetti Roma: come procedere

 

Per prima cosa bisogna chiudere la valvola d’intercettazione, ossia un rubinetto o una saracinesca da stringere tramite una chiave a pappagallo: ciò servirà a limitare la dispersione di acqua. Inoltre, se viene svuotato il circuito sarà sicuramente minore la quantità di acqua da raccogliere a fine lavoro.

Dopo questo passaggio viene rimosso l’ancoraggio del rubinetto dalla parete. Generalmente, il sistema di fissaggio consiste in una serie di dadi coperti da cappucci avvitati da rimuovere e da allentare per liberare il raccordo tra tubi incassati e rubinetto. Scollegato il rubinetto se non si stacca potrebbe tornare utile l’uso di un martello (per togliere il calcare).

 

Sostituzione rubinetti Roma: montare il nuovo rubinetto

 

riparazioni lavandino: foto

Rimosso il rubinetto da sostituire bisogna pulire attentamente tutta la zona dalle piastrelle alle tubature. Un prodotto per la pulizia dedicato e una spazzola a ferro aiuteranno a ripulire le filettature dei raccordi provenienti dalla parete. Ora l’idraulico potrà procedere con il montaggio del nuovo rubinetto.

Non dimenticare di procurarti solo rubinetti in linea con il montaggio del precedente: la lunghezza del rubinetto, il diametro del filetto o la forma stessa del componente possono interferire con la parete o con la superficie su cui deve essere applicato. In questo senso, quindi, il consiglio è quello di provvedere all’acquisto usando il vecchio come campione.

A questo punto bisogna fasciare le filettature dei tubi incassati sulla parete con il teflon. Sono necessari solo due o tre giri intorno alla filettatura sul tubo avendo cura che la pellicola aderisca bene alla superficie. Fatto ciò l’idraulico può procedere con il montaggio definitivo del nuovo rubinetto.

 

Sostituzione vecchi rubinetti a Roma: ultimi accorgimenti

 

rubinetteria: fotoImportante: prima della sostituzione del rubinetto, è utile accertarsi di aver inserito le coperture che andranno a contatto con il muro esattamente tra tubo e rubinetto. Una volta inserite le coperture l’idraulico potrà procedere con il serraggio dei dadi e dei cappucci rimossi precedentemente cercando di non usurarli con il pappagallo.

Il lavoro di sostituzione rubinetti del lavandino è così terminato: riaprite pure l’acqua per verificare lo stato di fuoriuscita idrica o la presenza di eventuali perdite da sistemare.