SPURGO WC ROMA: COME INTERVENIRE PER DISOSTRUIRE IL WC

 

Spurgo WC Roma: molto spesso c’è bisogno di intervenire con un’operazione di spurgo a causa di otturazioni allo scarico domestico dovuto alla semplice presenza di oggetti e residui di uso quotidiano che bloccano il normale deflusso dei liquidi all’interno dei tubi. Evitare l’accumulo di questi sedimenti è possibile ma spesso, per scarso igiene o scarsa manutenzione, si rimanda il problema al momento di emergenza.

I responsabili dell’ostruzione del WC sono spesso i residui non organici che vengono erroneamente gettati nel water come ad esempio assorbenti igienici, carta non idonea allo scarico o residui plastici generici come quelli di confezioni, o come parti di deodoranti per WC che senza che ce ne accorgiamo rilasciano parti di plastica che finiranno nello scarico.

Evitare questi spiacevoli inconvenienti per non dover chiamare un servizio di spurgo WC è possibile ma non sempre vengono prese le giuste precauzioni. Troppo spesso infatti, senza pensarci gettiamo nello scarico qualsiasi tipo di residuo pensando possa essere biodegradabile.

 

Spurgo WC Roma: il fai da te non è sempre un’idea giusta

 

Se notate che l’acqua inizia a fluire lentamente dal WC e a salire di livello ogni volta che tirate l’acqua, considerate questo segnale come un campanello d’allarme e intervenite immediatamente. Lo scarico del WC a differenza di quello del lavandino non può essere disostruito tramite uno stura lavandino e spesso l’utilizzo di prodotti comunemente in commercio può non essere efficace quanto sperato.

Non utilizzate mai prodotti acidi o caustici da gettare nello scarico: questa soluzione oltre a essere inutile se la natura dell’ostruzione del WC non è organica, è oltremodo dannosa per l’ambiente visto che nello scarico del WC non dovrebbero essere introdotti prodotti dannosi al sistema fognario o alle fosse biologiche.

 

Spurgo WC Roma: quando chiamare un idraulico

 

riparazioni idrauliche: fotoQuando attiviamo la valvola di scarico del WC la vaschetta si svuota rapidamente, attraverso il tubo di cacciata, nella tazza; subito dopo la valvola di scarico si chiude e la vaschetta inizia e riempirsi alimentata dal rubinetto a galleggiante, il quale si chiude quando l’acqua raggiunge il livello di pieno. La tazza non si svuota del tutto in quanto vi è un sifone (ovvero un tubo ad U) tra il fondo della tazza e lo scarico. Questo dispositivo ha la funzione di impedire agli odori che si sviluppano a valle di risalire e di diffondersi negli ambienti e per tale motivo deve sempre rimanere pieno d’acqua. Nel caso non vi sia acqua sul fondo o questa non torni ai livelli normali bisogna iniziare a pensare di dover intervenire per disostruire lo scarico.

Intervenendo già ai primi segnali del problema eviterete il manifestarsi di danni molto più gravi: sarebbe idoneo quindi rivolgersi a un esperto idraulico in grado di svolgere un intervento preciso e mirato a ogni tipologia di scarico WC. Un intervento eseguito da un idraulico professionista farà sì che lo stato delle tubature venga preservato spurgando i lavabi attraverso tecniche moderne e strumenti appropriati.

L’effetto di soluzioni fai da te potrebbe essere positivo ma si tratta spesso di soluzioni temporanee. Disostruire lo scarico di un WC non è semplice perciò si consiglia sempre l’intervento di un idraulico esperto in spurgo water e annesse tubature di scarico.

 

Spurgo WC Roma: come richiedere un preventivo?

 

autospurgo: foto

Quando si rendono necessari interventi che richiedono la competenza di un professionista come anche lo spurgo di un WC, il passo migliore da compiere è indubbiamente quello di contattare nella propria zona qualche ditta o impresa esperta in impianti idraulici per avere informazioni sui costi relativi alle varie opere da portare a termine. Si potranno quindi chiedere senza impegno alcuni dettagliati preventivi sul lavoro da eseguire e sarà quindi possibile risparmiare optando per la soluzione maggiormente conveniente.